From Father to Son è il nuovo capitolo di un viaggio cominciato lo scorso anno con Earth Defenders. Un viaggio pensato da Lavazza, in collaborazione con Slow Food, per testimoniare e celebrare l’intima relazione tra gli uomini e il territorio.
L’orizzonte del viaggio si sposta in Centro e Sud America, raccontando con l’occhio di Joey L. un passaggio generazionale tra genitori e figli. Sono tredici storie di lavoratori della terra che, insieme, diventano la metafora di tutto il progetto: il nostro futuro è scritto nelle nostre radici.
È il sapere dei padri, quotidianamente trasmesso lavorando insieme, che permetterà alla generazione dei giovani di guardare avanti e sognare oltre, coltivando la relazione con la terra e i suoi prodotti attraverso i principi della sostenibilità.

Entra
Lavazza | From Father to Son

Joey L.

Photographer

Joseph Anthony Lawrence, meglio noto come Joey L., è nato nel 1989 a Lindsay, Ontario, Canada. E’ un fotografo e regista che vive a Brooklyn, New York. Presa in prestito all’età di 10 anni la fotocamera compatta digitale del padre, Joey iniziò a considerare la fotografi a come mezzo per esprimere la propria creatività, e ne fece infine la grande passione della sua vita. Sin da quando aveva 18 anni, il suo lavoro è stato costantemente richiesto da numerosi illustri clienti in ambito pubblicitario, tra cui National Geographic Channel, l’esercito degli Stati Uniti, Canon, l’ACLU, Jose Cuervo, Lavazza, FX Networks, Summit Entertainment, History Channel e molti altri.
La sua innata curiosità per stili di vita diversi l’ha sempre condotto verso territori nuovi e sconosciuti.

Se si vogliono tenere in alta considerazione i Difensori della Terra bisogna prestare particolare attenzione ai “giovani difensori della terra” perché sono queste persone che erediteranno la Terra.

La prima volta che mi hanno parlato del progetto ho pensato che fosse un concept fantastico: sono stato fortunato per il modo in cui sono cresciuto, ho avuto dei genitori che mi hanno sempre sostenuto e mi hanno supportato come fotografo.

Porto con me molte delle cose che ho imparato da mio padre in quello che faccio oggi, e anche se non facciamo esattamente lo stesso lavoro, ho imparato tanto da lui e per questo direi che il concept si adatta perfettamente a me e al mio modo di vivere.